I MAESTRI E LA LORO STORIA: Nascita, evoluzione e sviluppo delle discipline -REIKI - PRANIC HEALING - Essere Gioia Essere Anima

I MAESTRI E LA LORO STORIA: Nascita, evoluzione e sviluppo delle discipline -REIKI – PRANIC HEALING

L'Insegnamento
Nessun uomo può rivelarvi altro se non quello che giace semiaddormentato nell'albeggiare della vostra conoscenza
Il maestro che cammina all'ombra del tempio tra i suoi studenti non offre il suo sapere, ma piuttosto la sua fede e il suo amore
Se egli è davvero saggio non vi invita ad entrare nella dimora della sua saggezza ma piuttosto vi guida fino alla soglia della vostra mente
Poiché la visione di un uomo non presta le proprie ali ad un altro uomo e come ognuno di voi è solo davanti all'occhio di Dio
Così ognuno di voi deve essere solo nella sua conoscenza di Dio e nella comprensione delle cose terrene
- Kalhil Gibran da "Il Profeta"

IL REIKI

– Sul Maestro

– Nascita del Metodo

– Storia ed Evoluzione

Mikao Usui nacque in un villaggio di Kyoto (allora capitale del Giappone) il 15 agosto 1865. La sua famiglia proveniva dalla stirpe degli alti ranghi Samurai e praticava il buddhismo Tendai.

Dotato di capacità straordinarie, egli stesso a 4 anni entrò in una scuola all’interno di un monastero Tendai dove amava leggere e studiare moltissimo, acquisendo un enorme e svariato bagaglio di conoscenze in tutti i campi, quali medicina, filosofia, psicologia, esoterismo, etc., comprese le arti marziali che cominciò a praticare dall’età di 12 anni, e ne divenne presto un grande esperto, conseguendo tra i più prestigiosi titoli e riconoscimenti. Praticò una variante del Qi Gong nota come Kiko ma si dice che conoscesse bene anche Morihei Ueshiba, fondatore dell’Aikido, Gichin Funakoshi (fondatore del Karate moderno) e Jigoro Kano (fondatore dello Judo). Pare che prese spunto dalle scritture dell’Imperatore Giallo, esistito duemila anni or sono per approfondire i suoi studi e la pratica delle sue discipline.

Mikao Usui era molto cordiale, semplice e umile, il suo corpo era sano e robusto. Era rinomato per il suo sorriso sulle labbra, ma in caso di difficoltà era anche abile a difendersi. Uomo assai attento, sotto molti punti di vista era un’anima estremamente virtuosa.

Fu un abile e rispettato uomo d’affari, dirigendo l’attività del padre dopo la sua morte. Assunto alle dipendenze di un potente uomo politico, Shinpei Goto, coprì alte cariche istituzionali, lavorò nei più svariati settori, insegnò anche all’università di Kyoto, e, dopo essere divenuto monaco laico, ebbe modo di viaggiare sia in Giappone che all’estero, diventando molto noto e accrescendo la sua vasta cultura ed esperienza, imparando anche gli usi e costumi occidentali.
La vastità della sua cultura gli portò riconoscimenti a livello onorifico.

Intorno al 1914 Usui scoprì delle tecniche di guarigione che prima sperimentò su sé stesso e la sua famiglia e poi rese disponibili a tutta la gente, iniziando anche un percorso di insegnamento in un periodo in cui il Giappone era alla ricerca di una direzione spirituale per via di grandi cambiamenti in atto, in particolare nella religione.

L’esperienza di un’intera vita dedita all’apprendimento e alla raccolta di informazioni lo aiutarono a dare origine e ad ampliare la disciplina da lui creata detta Reiki.

Nel 1922, oltre ad aprire la sua prima scuola, aprì una clinica a Harajuku, Aoyama, Tokyo nel 1922. Condusse molti seminari ed effettuò innumerevoli sedute di Reiki. Nello stesso anno, ad aprile, fondò anche l’ Usui Reiki Ryoho Gakkai (Organizzazione del Metodo Reiki di Usui) di cui divenne il primo presidente.
Moltissime persone si affidavano a lui per poter essere curate.

Nel settembre del 1923 il devastante terremoto di Kanto sconvolse Tokyo. Mikao Usui, con compassione, curò in tutta la città le numerose vittime del disastro.

La sua fama si propagò presto in tutto il Giappone e venne invitato in numerose città, ricevendo, per i suoi grandi meriti, l’onorificenza governativa Kun San To.

Dopo un periodo di 21 giorni di meditazione sul monte Kurama, per l’esattezza l’8 aprile, pare raggiunse l’illuminazione (SATORI).

Nel 1925 fondò la sua seconda scuola perché la prima era diventata troppo piccola per gestire le sue attività.

Durante il suo soggiorno a Fukuyama (Hiroshima)al terso ictus, si ammalò e morì, a 62 anni, il 9 marzo 1926.

Prima di morire, nel 1925 iniziò al Reiki degli ufficiali della marina giapponese che poi, a loro volta, fondarono la scuola HAYASHI Reiki Kenkyio-Kai (dal nome di uno di loro), dove furono create le posizioni standard per le mani, il sistema dei tre livelli e le procedure di attivazione.

  • Il REIKI in Occidente

    _______________________________________________ Mikao Usui – Hawayo Takata – Jujiro Hayashi

Intorno al 1935 Hawayo Takata, un’hawaiana figlia di immigrati giapponesi, si ammalò di diverse gravi patologie e, dovendo tornare in Giappone per motivi di famiglia, una volta lì, si recò in ospedale dove le furono diagnosticati un tumore, calcoli biliari ed appendicite. Lei chiese se esistesse un’alternativa più naturale alle cure di quell’ospedale e le fu indicata la clinica di Hayashi.

Takata rimase sorpresa che in questa clinica le avessero fatto una diagnosi praticamente identica a quella dell’ospedale e decise di sottoporsi alle cure quotidiane di due operatori Reiki. Nell’arco di quattro mesi guarì completamente.

Decise, quindi di iniziarsi al Reiki e nella scuola Hayashi conseguì il primo livello. Lavorò per un anno con il maestro Hayashi e conseguì il secondo livello, dopodiché, nel 1937 tornò nelle Hawaii e portò il Reiki in quelle zone e, viaggiando molto, in America. Nel 1938 ricevette il terzo livello. Morì nel 1980.

Oggi esistono molti metodi Reiki occidentalizzati insieme a quello tradizionale Usui Reiki Ryoho che continua ad esistere.

http://www.esseregioiaessereanima.it/percorsi-di-crescita-interiore-il-reiki-ed-il-pranic-healing-non-solo-come-trattamenti-terapeutici-ma-come-percorso-individuale/

http://www.esseregioiaessereanima.it/il-reiki-il-kochi-ed-il-pranic-healing-lantica-saggezza-racchiusa-in-un-dolce-tocco

http://www.esseregioiaessereanima.it/il-reiki-e-il-pranic-healing-due-discipline-apparentemente-diverse-ma-basate-sugli-stessi-principi-fondamentali-lenergia-dei-cristalli-ne-potenzia-leffetto/

http://www.esseregioiaessereanima.it/dimensione-celebrazione-asd


IL PRANIC HEALING

______________________________________________________________________________Grand Master Choa Kok Sui

– Sul Maestro

Nascita del Metodo

– Storia ed evoluzione

Master Choa Kok Sui, (il cui nome significa Fortuna del Mondo) nacque il 15 Agosto 1952  nella provincia di Cebu (Filippine). Di origini cinesi, si laureò in Ingegneria chimica ed divenne un famoso Manager di successo, grazie a suo padre che era un uomo d’affari.

Malgrado le sue attività manageriali si dedicò intensamente alle discipline spirituali, in risposta ad una sua profonda insoddisfazione ed esigenza interiore di conoscere i principi fondamentali della vita.

Il suo nome cinese Choa Kok Sui, significa “Fortuna del Mondo”  La propensione alla scrittura di Master Choa Kok Sui è pari al suo desiderio di insegnare, il suo ultimo capolavoro “L’Essenza Spirituale dell’Uomo” è stato finalmente pubblicato anche in italiano.

Fu così che, attraverso il contatto con la sua guida spirituale Il Santo Maestro Mei Ling, ed altri grandi terapeuti e mistici orientali, divenne uno yogi, imparò la Qabbalah, il Qi Gong, la meditazione, il Feng Sui, la chiaroveggenza ed altre discipline orientali.

Dalla maestria acquisita con lo studio di queste pratiche, grazie alla sua abilità analitica ed alla sua naturale inclinazione per le sperimentazioni, Master Choa Kok Sui ideò due nuovi sistemi di guarigione e misticismo, che racchiudono e condensano diverse tecniche: il Pranic Healing e l’Arhatic Yogache egli sperimentò dapprima su se stesso, verificandone l’efficacia e rendendole sicure e praticabili da chiunque.

Del Pranic Healing, quale metodo di guarigione e trattamento di determinate condizioni psicofisiche, l‘Arhatic Yoga, costituisce la base quale vero e proprio percorso spirituale che prevede specifiche pratiche, esercizi fisici e di meditazione, che aiutano a gestire la propria vita quotidiana in equilibrio ed armonia. Attraverso di esso si impara il Sentiero della Conoscenza e il Sentiero del Servizio attivo.

Master Choa Kok Sui  è diventato un autore di fama internazionale con la realizzazione del best seller, edito in 17 lingue, “Miracoli con il Pranic Healing” e di moltissimi altri libri.

Il Pranic Healing oggi è diffuso in più di 30 paesi e, nonostante Master Choa Kok Sui sia morto nel 2007, le sue scuole “Institute for Inner Studies” e la “World Pranic Healing Foundation” contano innumerevoli seguaci.

Prima di lasciare il corpo il 19 Marzo 2007, l’ultimo messaggio di Grand Master Choa Kok Sui ai suoi discepoli fu:

– Pratica Diligentemente

– Purifica te stesso.

– Divulga gli insegnamenti.


Se ti è piaciuto questo articolo o lo hai trovato utile e d’ispirazione per la tua crescita interiore e la tua evoluzione e desideri fare una donazione,
puoi farlo qui,
grazie!

 

 


 

 

error: Content is protected !!